Massimo Caiazzo partecipa a “In the Garden of Eden”

Nuova immagine (1)GALLERIA ANTONIO COLOMBO ARTE CONTEMPORANEA

MILANO – 25 NOVEMBRE 2021

 

In the Garden of Eden

A landscape of things with Alessandro Mendini and friends

 

a cura di Stefano Casciani, da un’idea di Antonio Colombo

 

Inaugurazione giovedì 25 novembre dalle 15.30 alle 20.30

La mostra resterà aperta fino al 12 Marzo 2022.

martedì – venerdì, 10.00 / 13.00 e 15.00 / 19.00 – sabato 15.00 / 19.00

 

in the garden of edenAlessandro Mendini ha sempre messo al centro del suo lavoro la collaborazione con altri autori: artisti, architetti, designer, artigiani, musicisti, scrittori…  Dalla redazione della leggendaria rivista Casabella al suo anno della “Nuova Utopia” con Domus, dallo Studio Alchimia all’Atelier Mendini, dalla produzione Alessi al Groningen Museum, sono centinaia, forse migliaia i nomi con cui ha lavorato sull’idea che da gruppi e associazioni, per quanto eterogenee, possano nascere piccole e grandi rivoluzioni estetiche.

 

La mostra In the Garden of Eden (il Paradiso terrestre che compare anche in uno dei suoi diagrammi filosofici), nata da un’idea di Antonio Colombo e curata da Stefano Casciani con la collaborazione di Elisa e Fulvia Mendini, raccoglie a sua volta le opere di alcuni autori che lo hanno accompagnato in progetti piccoli e grandi.

Si forma così simbolicamente ancora un nuovissimo gruppo, a rappresentare la varietà e l’originalità di idee e atteggiamenti individuali che Mendini ha saputo spesso scoprire e diffondere.

Nella mostra e nel catalogo che lo accompagna, le opere presentate -  dipinti, disegni, sculture, ceramiche, vetri, mobili e oggetti, come pezzi unici o come edizioni – definiscono tutte insieme un paesaggio intellettuale, culturale e fisico di autori che sono una presenza importante nel panorama artistico e progettuale, italiano e internazionale.

Si dimostra così il “Teorema di Mendini”: l’idea del lavoro collettivo può tanto più realizzarsi, generare opere importanti, avere una vita lunga e felice, quanto più generosa è l’apertura di ogni progetto ad altre voci, in un grande Gesamtkunstwerk di visioni, forme e persone.

 

Le Autrici e gli Autori:

Vincent Beaurin, Massimo Caiazzo, Arduino Cantafora, Stefano Casciani, Carla Ceccariglia, Pierre Charpin, Riccardo Dalisi, Michele De Lucchi, Massimo Giacon, Anna Gili, Bruno Gregory, Alessandro Guerriero, Maria Christina Hamel, Jaime Hayon, Dorota Koziara, Alex Mocika, Occhio Magico, Mimmo Paladino, Franco Raggi, Karim Rashid, Studio Job, Oscar Tusquets.

In mostra saranno presenti nuove edizioni di Alessandro Mendini.

 

Allestimento: Alex Mocika

Catalogo: Stefano Casciani con Aloisia Resch e Diletta Piemonte

 

Antonio Colombo Arte Contemporanea

Via Solferino, 44, Milano

www.colomboarte.com 

ARCHETIPO MEDITERRANEO

Opera con cui il designer e colour consultant napoletano Massimo Caiazzo reinterpreta la stella a otto punte, uno dei più antichi simboli delle civiltà del Mediterraneo, incontro ideale tra la cultura cristiana, quella ebraica e quella musulmana. La stella a otto punte nasce dalla fusione tra il quadrato e il cerchio ed è un simbolo mandalico che racchiude in sé l’origine del mondo e rappresenta il percorso alchemico che conduce dalla materia allo spirito. La “quadratura del cerchio è l’emblema della rigenerazione spirituale.

Il rosone policromo dal diametro di 80cm è il frutto di una ricerca estetica, ma anche formale e culturale nata dalle associazioni tardo-rinascimentali ispirate da un materiale antico e pregiato come il mosaico. L’alternarsi concentrico dei sette colori della luce solare, si ricollega alla tradizione ermetica del numero sette e alle filosofie tardo-rinascimentali e compone una scala cromatica da cui scaturisce un’armonia che è anche musicale poiché i nostri sensi pur essendo autonomi, non agiscono in maniera del tutto distaccata. L’opera si presta dunque ad essere letta come una tavolozza di colori ma anche come uno spartito musicale.

La sequenza cromatica è ispirata alla percezione sinestetica, a ciascun colore è associata una sonorità: percussioni (rosso), strumenti a corda (verde), fiati (azzurro), bassi (giallo), voci (arancio), per comporre una melodia dalle sonorità contemporanee, sostenuta da un tappeto acustico digitale (viola) e mossa da vibrazioni liquide (indaco).

“È stato un lavoro magico” afferma Caiazzo. “La contrapposizione di due materiali diversi come i pregiati smalti tagliati a spacco, prodotti secondo la più antica tradizione nella storica fornace Orsoni di Venezia, e il vetro Karma di Trend, anch’esso tagliato a mano e ispirato alle vetrate delle cattedrali gotiche, mi ha permesso di trovare in un oggetto bidimensionale la terza dimensione. Grazie alla forza dei materiali Trend, che coniugano la pienezza del colore dello smalto alla luminosa trasparenza del vetro, la forma tende ad uscire dal piano su cui poggia sprigionando tutta la sua vitale energia”.

 

Massimo Caiazzo (Napoli 1966) è un esperto di progettazione cromatica, che affianca all’esperienza accademica la progettazione “sensibile” della luce e del colore nei settori dell’architettura, del design, della moda e della comunicazione. Suoi maestri sono Alessandro Mendini, Frank Mahnke e Narciso Silvestrini.

Presidente di IACC Italia sede di International Association of Colour Consultant nata nel 1957 a Hilversum e citata dalla Fondazione Munsell tra le quattro migliori scuole di colore del mondo. Designer, Color Consultant, docente di Color Design presso SPD (Scuola Politecnica di Design, Milano).

Dal 1990 al 2006 collabora con l’Atelier Mendini di Milano.

Dal 2003 al 2014 è docente di Cromatologia all’Accademia di Verona, di colour design alla Nuova Accademia di Belle Arti (NABA) e lecturer presso la Domus Academy e il dipartimento di nuove tecnologie dell’Accademia di Brera a Milano.

La sua attività di Color Design/Color Consultant ha trovato spazio nei settori:

nautico – Cantieri di Baia (2002)

automobilistico – Fiat 500 (2003); Lancia Y (2005)

trasporto pubblico – autobus a gas naturale, Verona (2004)

riqualificazione cromatica di strutture pubbliche - carcere di Bollate, Milano (2008); Chiesa di S. Maria Maggiore, Mirabella Eclano (2010); Liceo Boccioni, Milano (2017); Casa di riposo Redaelli, Milano (2019)

arredo urbano – città di Napoli (2001)

design di spazi pubblici – Banca Albertini-Syz,(2007); Residence Zambala, Milano (2013); Pasticceria Scaturchio, Napoli (2009); Qubica Bowling, USA (2012); Cantine Ciani Mirabella Eclano (2019); Showroom OTS (2019), Padova

architettura d’interni – Casa studio di Gianna Nannini (2002) e Casa Ceccarelli (2008), Milano; Villa Mura, Capri (2008); Villa delle Rane e delle Rose (2010), Montemarcello

design del prodotto – Philips (1994); Alessi (1994/2004); Swatch (1992/2004); Bisazza

moda – Etro (1996/2002); Guardiani (2008); JDX Korea (2013/2018)

pezzi unici – Carciofo Cromatico (1990); Archetipo Mediterraneo (1999); Biancaneve con Alessandro Mendini, Future Film Festival, Bologna (2001).

eventi e performance – Colour is Music (1999); Synestesia (1995); Chromacoma (2009)

mostre Essere-Benessere Triennale di Milano (2000); Normali Meraviglie (2004), Genova; The Art of Italian Design Atene, Montreal (2005); Nuovo Paesaggio Cromatico, X Biennale di Architettura di Venezia (2006); Oh Coleurs!, Musèe des Arts Dècoratifs di Bordeaux (2017); Design+Sensibile, Milano (2018/19); Policromia, mostra al palazzo Reale nell’ambito della settimana del design a Santo Domingo (2019)

Suoi lavori sono esposti nelle collezioni del Museum fur Kunst und Gewerbe di Amburgo, del Musèe des Arts Dècoratifs del Louvre di Parigi e del Museum 4th Block of ecological art di Kiev.

Numerose le sue partecipazioni a convegni in ambito internazionale: Hongik University, Seoul (2014); Istituto di Cultura Italiana a Washington (2015); Université Paris Ouest Nanterre La Défense, Parigi (2016); Istituto di Cultura Italiana a Seoul (2016); IAC, Conferenza Internazionale del colore (2017), Jeju; Hanyang University, Seoul (2018).

 

Massimo Caiazzo alzaia naviglio pavese n 274 – 20142 – MILANO info@massimocaiazzo.com

VIDEO:

Massimo Caiazzo Designer, Colour Consultant https://www.youtube.com/watch?v=yTNxMkFpzqs

“L’Italia con voi” Rai International, 10/4/2019 https://www.youtube.com/watch?v=FghnQXAGRe0

 

Per ulteriori informazioni, immagini, interviste ecc:

Ufficio Stampa

Lorenzo Di Palma +39 347 827 00 42

lorenzo.dipalma@gmail.com

(a richiesta sono disponibili ulteriori informazioni su opere e progetti citati, oltre che immagini ad alta definizione)