MASSIMO CAIAZZO A BOOKCITY

MILANO, Castello Sforzesco, Sala Panoramica

da venerdì 22 novembre 2013

In occasione di Bookcity Milano, dal 21-24 novembre, undici associati di Milano Makers (www.milanomakers.com) contribuiscono con loro autoproduzioni all’arredamento delle sale panoramiche del Castello Sforzesco, così come hanno contribuito all’arredamento della Rotonda della Besana in occasione della conferenza stampa di presentazione della manifestazione.

Tra gli associati è presente anche Massimo Caiazzo (www.massimocaiazzo.com) Designer, Color Consultant e Vicepresidente per l’Italia del Comitato Internazionale di IACC International Association of Color Consultants (www.iacc-italia.org), la più antica associazione dei progettisti del colore.

Tra le opere esposte:

Archetipo Mediterraneo, rosone (cm 80, prod. Trend, Vicenza 2010) mosaico tagliato a mano con smalti tagliati a spacco, prodotti secondo la più antica tradizione nella storica fornace Orsoni di Venezia, e il vetro Karma di Trend, anch’esso ispirato alle vetrate delle cattedrali gotiche.

Archetipo Mediterraneo, lampada (cm 150 x 130 h, prod. AD HOC, Milano 2010), lampada con struttura in metallo rivestita in puro lino europeo e stampato in digitale con inchiostri impermeabili resistenti ai raggi UV e agli agenti atmosferici.

Carciofo Cromatico, quadro ad aerografo (cm 200 x 125 h, tela dipinta, Milano 1998), tela dipinta con pigmenti acrilici fluorescenti e aerografo.

Tavoloteca , tavolo vetrina (cm 100 x 100 h cm 82), vecchio tavolo recuperato, vetrina in MDF e vetro temperato.

Di tutti i pezzi sono disponibili a richiesta foto in alta risoluzione e prezzi.

MIMA-MILANO MAKERS è una associazione senza fini di lucro che si rivolge al mondo dei produttori indipendenti di design senza limiti geografici. L’associazione MILANO MAKERS intende promuovere e valorizzare attraverso azioni collettive tutte quelle attività creative di produzioni non seriali e indipendenti nell’ambito del design, presenti sul territorio nazionale e oltre. Milano Makers nel suo primo anno di vita attraverso i suoi 4 eventi principali: Christmas Design Market, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura del Comune di Milano, Bla Bla dialogo virtuale, a cura di Alessandro Mendini, patrocinato dall’Assessorato alla Cultura e dall’Assessorato alle Attività Produttive del Comune di Milano, Mima Fair /Opera Italiana – Macef, Preview nell’ambito d Mi Generation, ha permesso a circa 400 creativi/makers di presentare i propri lavori a un pubblico vastissimo e in molti casi internazionale.

 

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa

Lorenzo Di Palma

phone +39 347 827 00 42

lorenzo.dipalma@gmail.com

 

prof. Massimo Caiazzo, vice-president

IACC International Association of Colour Consultants

Alzaia Naviglio Pavese, 274 – 20142 Milano

www.iacc-italia.org – iacc.italia@massimocaiazzo.com

phone. +39 3355927737

 

Massimo Caiazzo

Nato a Napoli nel 1966, vive e lavora a Milano. Nel gennaio 2009 è stato nominato Vice-President for Italy dell’Excutive Committee dell’IACC-International Association of Color Consultants (www.iaccna.org). Dal 2003 è Docente di tecniche grafiche speciali e cromatologia presso il l’Accademia “Cignaroli” di Veronae di corsi di approfondimento sul colore nella progettazionepresso la Nuova Accademia di Belle Arti (NABA) e Domus Academy di Milano. Lo studio della “nuova percezione del suono e del colore” è il filo conduttore del suo lavoro, caratterizzato da una certa ironia esistenziale e dall’eclettismo professionale e artistico, improntato alla contaminazione tra le diverse discipline. Nella sua attività di Colour Consultant, dal ’94 ad oggi, ha sviluppato studi cromatici in diversi settori: nautico, automobilistico, trasporto pubblico, arredo urbano, architettura d’interni, design, moda, exhibit design, nell’ideazione di eventi e performance (per esempio gli Eventi Collaterali della 10° Biennale di Architettura di Venezia), in ambito artistico e per la prima volta in Europa, anche per un istituto di pena, con il progetto no-profit “Colore al carcere di Bollate“. Suoi lavori sono presenti al Beaubourg di Parigi, al Museum fur Kunst und Gewerbe di Amburgo e al Museé de la Publicité del Louvre a Parigi.