IACC presenta il primo seminario italiano per Color Consultant/Designers

Incontro su “IL CLIMA CROMATICO”

mercoledì 1 dicembree 2010 - ore 21.15 Design Library via Savona 11 presentazione del primo Seminario 1 interverrà Massimo Caiazzo vicepresidente del comitato esecutivo IACC Italia

Anche in Italia i programmi di formazione dell’International Association of Color Consultant/Designers

Il primo dei quattro seminari italiani di IACC si terrà al NABA di Milano dal 5 al 9 gennaio 2011

Il responsabile della delegazione italiana, prof. Massimo Caiazzo presenterà il programma di formazione interdisciplinare dell’IACC con un intervento aperto al pubblico dal titolo “Il clima cromatico”, in cui illustrerà l’elemento chiave per ottimizzare la percezione dei volumi, della temperatura e del tempo trascorso in un ambiente a seconda della tipologia e della funzione degli spazi

Milano, 23 novembre 2010 – Sono aperte fino al prossimo 15 dicembre, le iscrizioni alprimo Seminario Ufficiale organizzato a Milano dall’International Association of Color Consultant/Designers (IACC), la più antica e autorevole istituzione internazionale finalizzata alla promozione e alla diffusione della cultura progettuale del colore, presente in 14 paesi. Il primo deiquattro seminari italiani, finalizzati allaformazione di progettisti internazionali del colore certificati con il metodo IACCentro il 2014, si terrà dal 5 al 9 gennaio 2011 presso la Naba (Nuova Accademia di Belle Arti) in via Darwin 20, Milano. Il diploma IACC (che si consegue solo frequentando tutti e quattro seminari) consentirà ai colour consultant di operare in tutti i Paesi IACC e di lavorare con certificazione internazionale sia in strutture pubbliche che private.

Il seminario prevede la partecipazione di non più di 25 persone, per un totale di 40 ore di lezione con traduzione simultanea dall’inglese, organizzate secondo il modello IACC, già adottato in molte università statunitensi come Berkeley e UCLA oltre che in altri prestigiosi istituti di tutto il mondo. Le iscrizioni si chiuderanno il 15 dicembre 2010, mentre il costo del Seminario 1 è di 1.200 euro. A ciascun partecipante saranno fornite le dispense relative al seminario e al termine verrà rilasciato da IACC unattestato di partecipazione.

Il corpo docente è composto da Frank Mahnke, Presidente dell’Associazione e uno dei massimi esperti internazionali in materia di colore, autore del testo di riferimento per tutto il settore: “Il colore nella progettazione” edito da Utet; Edda Mally, vicepresidente e responsabile per l’Europa,figura di spicco per le sue competenze su teorie e tecniche del colore;  Massimo Caiazzo, presidente di IACC Italia, docente di cromatologia e progettista del colore.

Il programma di accreditamento di un Color Consultant/Designer IACC prevede lo studio di diverse discipline correlate con il colore e tutte le sue sfaccettature: dal rapporto con la luce negli ambienti fino alle sue applicazioni nel marketing. Il professionista IACC valuta attentamente gli effetti del colore sull’essere umano per rendere l’ambiente più vivibile sia funzionalmente che esteticamente e supportare così ciascuna delle azioni che verranno svolte al suo interno.

Per conseguire il Diploma IACC bisogna frequentare tutti e quattro i corsi IACC, presentare un progetto realizzato (di architettura ambientale, psicologia del colore o marketing), superare un esame orale e presentare una tesi di laurea finale con conseguente valutazione di idoneità da parte di una commissione speciale composta da esperti di varie nazioni, guidata dal presidente Frank H. Mahnke, che esamina i curricula pervenuti all’associazione. Al Comitato esecutivo è affidato anche il costante aggiornamento del programma didattico e dell’insegnamento a cui collaborano anche docenti esterni. Naturalmente, però, chi desidera semplicemente ampliare il proprio bagaglio culturale, senza conseguire il Diploma IACC può iscriversi a uno dei quattro corsi di base.

Il Color Consultant/Designer IACC viene preparato per seguire il cliente sia nell’analisi che nella realizzazione del progetto e soddisfare così la committenza e, di riflesso, l’utente finale. Un professionista certificato IACC – consapevole che il colore e la luce sono fattori determinanti nella progettazione – non si affida a supposizioni soggettive, legate al gusto personale, e prende le distanze da nozioni fisse e preconcette, applicando la cultura progettuale del colore che filosoficamente si basa sull’interazione tra arte e scienza.

IACC è un’associazione senza fini di lucro che nel rispetto del disciplinare internazionale persegue esclusivamente scopi di pubblico interesse nel campo della formazione, della ricerca e dellaprogettazione del colore, promuovendo il riconoscimento delle figure professionali dei “Color Consultants” e “Color Designers”. Dal 2009 IACC ha una rappresentanza in Italia – guidata dal prof. Massimo Caiazzo – che opera nel pieno rispetto del disciplinare internazionale dall’Associazione e si prefigge di valorizzare e regolamentare, su tutto il territorio nazionale, le attività di ricercatori e progettisti del colore.

IACC è l’unica associazione autorizzata a rilasciare il diploma internazionale “IACC qualified Color Consultant/ Designer” e rappresenta ufficialmente le categorie professionali del Colour Consultant e del Colour Designer che, soddisfacendo i suoi severi standard di qualificazione, hanno ottenuto la certificazione di “IACC Associate Members”. Per questo da oltre 50 anni IACC organizza corsi di alta formazione per preparare e accreditare progettisti e consulenti del colore che operano nell’ambito dell’architettura, del design e in tutti quei settori in cui la cultura progettuale del colore riveste un ruolo fondamentale.

IACC organizza corsi in Europa (IACC Academia Salzburg for Color and Environment, Salisburgo, Austria) Nord America (IACC Academy – Seminars for Color and Environment, San Diego, California, HYPERLINK “http://www.iaccna.org” \t “_blank” www.iaccna.org) e Asia (IACC Schools of Japan for Color and Interior Design, Nagoya City, Tokyo, Fukuoka, Kyoto, Hiroshima, Sapporo). La preparazione interdisciplinare offerta da IACC è stata adottata come modello in molte università come Berkeley, UCLA e altri prestigiosi istituti. IACC ha inoltre collaborato alla formulazione del percorso didattico del Master in Color Architecture della Facoltà di Architettura di Lisbona.

IACC International Association of Color Consultant/Designers

È nata nel 1957, quando circa 50 professionisti, tra architetti, designer, insegnanti, psicologi e ricercatori scientifici appartenenti a 12 nazioni diedero vita a Hilversum, nei Paesi Bassi, all’Associazione Internazionale dei Consulenti del Colore (IACC). Alla base vi era la constatazione della pressoché totale assenza della figura professionale del consulente del colore e soprattutto la necessità di sviluppare un’adeguata formazione in questo ambito specifico. Il primo presidente di IACC fu il dott. Heinrich Frieling, psicologo, biologo, filosofo e autorità indiscussa nel campo del colore, già fondatore dell’Institute of Color Psychology in Germania. Nel 1957, il dott. Frieling in collaborazione con autorevoli esperti di architettura, design, psicologia, arte e di molte altre discipline attinenti la progettazione, stilò un programma formativo finalizzato al conseguimento del Diploma IACC. Il programma didattico non intende solo fornire le basi per un utilizzo consapevole del colore, ma insiste sulla necessità di formare professionisti in grado di applicare tutte le conoscenze interdisciplinari indispensabili per rendere l’ambiente costruito più equilibrato e funzionale. IACC prepara e accredita progettisti e consulenti del colore che operano principalmente nell’ambito dell’architettura del design e in tutti i settori in cui la cultura progettuale del colore riveste un ruolo fondamentale. IACC è l’unica associazione autorizzata a rilasciare il diploma internazionale“IACC qualified Color Consultant/ Designer”e rappresenta ufficialmente le categorie professionali del Colour Consultant e del Colour Designer che, soddisfacendo i severi standard di qualificazione, hanno ottenuto la cerificazione di “IACC Associate Members”.

www.iaccna.org

Massimo Caiazzo

Designer, Color Consultant, nato a Napoli nel 1966, vive e lavora a Milano. Vicepresidente per l’Italia del Comitato Internazionale dello IACC International Association of Color Consultants (www.iaccna.org), l’associazione che riunisce i progettisti del colore più antica del mondo. Dal 1990 al 2006 ha collaborato con l’Atelier Mendini di Milano. Dal 2003 è docente di Cromatologia presso l’Accademia di Verona e di corsi di approfondimento sul colore nella progettazione a Milano presso la Nuova Accademia di Belle Arti (NABA), la Domus Academy e il dipartimento di nuove tecnologie dell’Accademia di Brera. Lo studio della “nuova percezione del suono e del colore” è il filo conduttore del suo lavoro, improntato alla contaminazione tra diverse discipline. Il suo eclettismo professionale e artistico, ha trovato spazio anche in campo industriale dove è consulente di importanti aziende. Nella sua attività di Color Consultant, ha sviluppato studi cromatici in diversi settori: nautico, automobilistico (Fiat 500, Lancia Y), nel trasporto pubblico (autobus a gas naturale, Verona), nell’arredo urbano (arredo per la città di Napoli), nell’architettura d’interni (casa-studio di Gianna Nannini, Milano; Banca Albertini Syz, Milano), nel design (Philips, Alessi, Swatch, Bisazza), nella moda (Etro, Guardiani), nell’exhibit design (Essere-Benessere Triennale di Milano; Normali Meraviglie, Genova), nell’ideazione di eventi e performance (Colour is Music, Milano; Synestesia, Milano) e in ambito artistico (è autore con Alessandro Mendini di ”Biancaneve”, scultura ispirata ai sette colori dell’arcobaleno, collezione “Future Film Festival”). Nel 2009 ha ideato e coordinato con Anna Barbara il workshop a premi “Coloriamo il Mondo”, un concorso riservato agli studenti del Politecnico, della Nuova Accademia di Belle Arti e della Domus Accademy di Milano e dell’Accademia di Verona. “Coloriamo il Mondo” nasce con l’obiettivo di promuovere la cultura progettuale del colore per valorizzare e recuperare il territorio urbano.

Nel 2008, per la prima volta in Europa, ha ideato e progettato l’intervento di riqualificazione cromatica di un istituto di pena, con il progetto no-profit “Colore al carcere di Bollate”. Nel 2006 partecipa alla X Biennale di Architettura di Venezia (eventi collaterali della selezione ufficiale) con il suo progetto “Nuovo Paesaggio Cromatico”: un’installazione esperienzale e una scenografia dinamica, sulle relazioni tra colore, percezione artistica e pratica del quotidiano, che ha coinvolto anche musicisti e neuroscienziati. Nel 2005 per il “Festival della Mente” di Sarzana presenta il workshop “La nuova percezione del colore” che registra il tutto esaurito. Suoi lavori sono esposti nelle collezioni del “Museum fur Kunst und Gewerbe”di Amburgo, del “Musèe Les Arts Dècoratifs” del Louvre di Parigi e del”Museum 4th Block of ecological art” di Kiev.www.massimocaiazzo.com

Per iscrizioni e informazioni sul Seminario 1:

IACC International Association of Colour Consultants

alzaia naviglio pavese, 274 – 20142 Milano

iacc.italia@massimocaiazzo.com -

phone. 0222222896 – 3477030239 – 3355927737

Per ulteriori informazioni:

IACC Italia – Ufficio Stampa

Lorenzo Di Palma

phone +39 347 827 00 42

lorenzo.dipalma@gmail.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>