IACC e il progetto del colore a “Restauro 2012”

logorestauroferrara2012Ferrara Fiere: mercoledì 28 marzo, ore 15.00- Sala Castello

Le soluzioni operative per la gestione cromatica delle superfici. Se ne parla al Salone dell’Arte e del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali a Ferrara Fiere. Con la partecipazione di Massimo Caiazzo, vicepresidente IACC

Milano Nell’ambito delle attività di diffusione e promozione delle tematiche legate alla cultura architettonica del colore, Massimo Caiazzo – docente alla Naba e alla Domus Academy di Milano e all’Accademia delle Belle Arti di Verona, nonché executive vice-president per l’Italia dell’IACC (International Colour Consultant Association), la più antica delle associazione formate da professionisti del colore – è stato invitato a partecipare alla XIX edizione del Salone dell’Arte del Restauro e della Conservazione dei Beni Culturali e Ambientali, la prima e più importante manifestazione a livello nazionale dedicata all’arte del restauro e alla conservazione del patrimonio artistico italiano, che si terrà a Ferrara, dal 28 al 31 marzo 2012 presso il Quartiere Fieristico.

L’intervento a cura di IACC – previsto nell’ambito della giornata dedicata a “Il progetto del colore” in programma mercoledì 28 marzo a partire dalle ore 15.00 – illustrerà il progetto Coloriamo le città – Appunti sull’utilizzo del colore come risorsa per la valorizzazione e il recupero del territorio.

«Il crescente interesse per l’argomento colore è la diretta conseguenza della sistematica “negazione del colore” che ha dominato la nostra recente cultura. Infatti negli ultimi anni, anche a livello urbanistico ed edilizio, ha prevalso la legge del livellamento collettivo e il colore è stato ridotto a elemento accessorio, completamente svuotato del suo valore sociale» – ha dichiarato il prof. Caiazzo -. «Non è un caso che fenomeni come il “vandalismo” siano in continuo aumento proprio nei contesti urbani in cui dominano grigiore e spersonalizzazione. Altrettanto preoccupanti sono le conseguenze della diffusa “voglia di colore” come mero fattore estetico che, non essendo supportata da un’adeguata “cultura del colore”, si limita ad un approccio superficiale, impoverendo ulteriormente il nostro patrimonio cromatico. La cultura progettuale del colore rappresenta una risorsa preziosa poiché consente di recuperare e valorizzare il territorio con interventi poco onerosi e di rapida attuazione apportando benefici concreti alla qualità della vita».

Dal programma ufficiale di Restauro 2012: «La conferenza si propone di affrontare il tema del colore in architettura nelle sue principali declinazioni: dal colore delle superfici storiche ai colori della scena urbana, dalle metodologie di rilievo e analisi finalizzate alla definizione cromatica dell’architettura storica , contemporanea e degli spazi interni, agli strumenti per lo studio del colore nelle rappresentazioni digitali, dai prodotti tradizionali di finitura agli innovativi involucri esterni. Il tema del colore viene affrontato nella sua valenza temporale/culturale (tra tradizione e innovazione), dal punto di vista metodologico (dal rilievo al progetto) e pratico al fine di fornire strumenti operativi utili a professionisti, tecnici e tecnici delle amministrazioni nell’affrontare il difficile compito della salvaguardia dell’identità cromatica dei luoghi da un lato e del progetto contemporaneo dall’altro».

Coordinamento scientifico e organizzazione:

Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara

TekneHub, Laboratorio in rete del Tecnopolo dell’Università di Ferrara,

Piattaforma Costruzioni, Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna

PROGRAMMA

Introduzione

Marcello Balzani, Direttore del DIAPReM del Dipartimento di Architettura dell’Università di Ferrara , Responsabile Scientifico del TekneHub, Laboratorio in rete del Tecnopolo dell’Università di Ferrara, Piattaforma Coslfuzioni, Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna

II colore esistente

Federica Maietti, architetto, PhD Tecnologia dell’Architettura, Direttore di architetti.com

Le identità cromatiche della città: linee guida per Milano

Francesca Valan, color designer

Coloriamo le città

Massimo Caiazzo, Vice Presidente di IACC (International Association of Color Consultants)

La percezione del colore

Gianni Cagnazzo, architetto, Presidente IEM (Indoor Environment Monitoring a& Management Organization), Presidente ANAB (Associazione Nazionale Archittetura Bioecologica)

Teoria e pratica del colore: dal digitale alla stampa

Federico Ferrari, architetto, TekneHub, Laboratorio in rete del Tecnopolo di Ferrara, Piattaforma Costruzioni, Rete Alta Tecnologia Emilia-Romagna

La simulazione digitale per la verifica del progetto

Carlo Bughi, architetto, Centro DIAPReM, Dipartimento di Architettura, Università di Ferrara

Le coloriture nel cantiere di Restauro: materiali e tecniche applicative

Raffaele Del Monaco, Architectura l Restoration Project Manager, Oikos

Maggiori informazioni su Restauro 2012: www.salonedelrestauro.com/it/

Su Coloriamo le Città: http://www.massimocaiazzo.com

http://coloriamoilmondo.wordpress.com