Collective Intelligence presenta: CHROMATIC BODY

3 GIUGNO 2011 – 18.00 – PIAZZA DANTE, VERONA

Il corpo è la superficie su cui vengono applicati i pigmenti, una “tela umana” che viene accarezzata delicatamente dai colori interpretati da studenti dell’Accademia di Verona. Una sequenza di atti unici sincronizzati sulle ambientazioni sonore che raggiunge l’apice nella policromia

Milano, 30 maggio 2011 Come una colonia di formiche, Collective Intelligence ha il suo punto di forza nella rete di interazioni esistenti tra singoli e collettività. L’organizzazione di Collective Intelligence riprende le caratteristiche di flessibilità e robustezza proprie di una colonia di insetti sociali (come le formiche). La flessibilità, rende possibile l’adattamento a ogni nuova situazione e la robustezza, garantisce al gruppo solidità e autonomia nella realizzazione di ogni singolo progetto. Ogni formica, in modo autonomo, contribuisce a garantire il perfetto funzionamento delle colonie.

Collective Intelligence, il gruppo interdisciplinare fondato da Massimo Caiazzo nel 1999 esplora territori sconosciuti spingendosi oltre i confini che convenzionalmente separano le discipline. Collective Intelligence propone ambientazioni cromatiche e sonore, progetti sperimentali che indagano le infinite qualità espressive del colore e della musica.

Elemento costante è la rilettura delle intuizioni di grandi artisti che, pur costituendo un inesauribile serbatoio d’ispirazione per i linguaggi contemporanei, sono a torto poco conosciuti dal pubblico ma costantemente saccheggiati dagli addetti ai lavori. Da Sergei Paradjanov, regista armeno che fu prima rinchiuso nei gulag dal regime comunista e poi venne dimenticato dopo la caduta del muro di Berlino, fino a compositori come Constant Lambert, grande innovatore degli anni ‘30.

In dodici anni di attività Collective Intelligence ha sviluppato importanti progetti ideando e realizzando eventi, performances e mostre in collaborazione con prestigiose istituzioni come la Biennale di Venezia, la Triennale di Milano, il Museo di Arte contemporanea di Villa Croce a Genova, il Mart, Museo di Arte contemporanea di Rovereto.

progetti DI COLLECTIVE INTELLIGENCE*

2011

CHROMATIC BODY (anteprima) - Body painting. Performance ispirata agli archetipi del colore nell’ambito della rassegna “LA NASCITA DEL FRAGILISMO” di Sotiris Papadopoulos con THIERRYPARMENTIER e gli studenti del corso di Colour Design dell’Accademia di Verona. Il corpo maschile esprime la forza serena di un guerriero arcaico che con i suoi colori spiazza il nemico con una lenta danza sacra. In collaborazione con Istituto del colore. Stamperia d’arte Busato, Vicenza.

IL COLORE TRA INDAGINE E SUGGESTIONE - Body painting. Performance incentrata sul sincronismo tra musica e colore sviluppata con Silence Teatro e gli studenti del corso di Colour Design dell’Accademia di Verona. Il corpo femminile diviene la superficie sulla quale vengono applicati i pigmenti, una “tela umana” che raggiunge il suo apice quando quattro “angeli bianchi” fanno la loro comparsa tra gli spettatori creando un’atmosfera solenne e pacata. In collaborazione con l’ Istituto del Colore, Tashi Delek. Con un intervento di Lia Luzzatto e il concerto dal vivo di Yalda. Progetto delle luci: Marco Rizzuto; Service audio e luci: Sirius Integrated; Installazioni: Elena von Hessen; Make-up artist: Rita Fiorentino; Dj set: Maddy Squillace; Assistente organizzativa: Margherita Caron; video: Fabrizio Ferras. Salone del Mobile 2011 – Eventi fuorisalone, Spazio Tashi Delek, Milano. Stamperia d’arte Busato, Vicenza.

2009

CHROMACOMA - Body painting. Sperimentazione di una performace “totale” in cui il pubblico non è più semplice spettatore, ma parte attiva di una scenografia dinamica dove esprimere liberamente le proprie emozioni. In collaborazione con HTC e gli studenti dell’Accademia di Verona . Teca HTC, Just Married Party, Verona.

2006

Nuovo Paesaggio Cromatico – Mostra con videoinstallazioni. Il colore è l’elemento materia di un paesaggio multisensoriale, una dimensione continuamente cangiante basata sul principio di eteropercettività che, attraverso il coinvolgimento simultaneo dei cinque sensi, restituisce una nuova percezione: l’unità dei sensi, cioè la “sinestesia”. L’interazione tra colore e suono, si avvale di luci, video e una colonna sonora diffusa nel teatro per tutta la durata della Biennale. Progetto scenografico delle luci: Marco Rizzuto; Video: Peppe Bellucci. Ambientazioni sonore: Triggerz e Paolo Coggiola. Selezione ufficiale eventi collaterali X Biennale Internazionale di Architettura di Venezia. Ex teatro delle Zitelle Giudecca, Venezia.

LA NUOVA PERCEZIONE DEL COLORE – Concerto dal vivo in co-produzione con Paolo Giulini.

Cantanti e musicisti interpretano i colori seguendo la successione del cerchio cromatico. Le voci sono abbinate ai colori primari della sintesi sottrattiva. Il blu (Yalda), il rosso (Raiz) e il giallo (Sissi Atanassova) mescolati a due a due, compongono tutti i colori dello spettro solare. Completano la policromia Il bianco (Daniela Diakova) e il nero (Tony Tchakarov). Electronics: Triggerz, Paolo Coggiola; Chitarra: Boiko Petrov; Corno: Alfredo Arcobelli; Costumi: Philippe Werhahn e Anneli Pehrson. Selezione ufficiale eventi collaterali X Biennale Internazionale di Architettura di Venezia. Ex teatro delle Zitelle Giudecca, Venezia.

2005

La tavolozza del collezionista – Videoinstallazione con Concerto dal vivo. Il pubblico è accompagnato in un viaggio alla scoperta del colore nelle tele di Renoir, Monet, Van Gogh, Picasso, Cézanne e degli artisti italiani del Novecento. Un invito ad aprire gli occhi insieme, per lasciarsi stupire dalle alchimie di geni assoluti dell’arte, ma anche dal coraggio e dall’ostinazione dei collezionisti, che hanno raccolto le loro opere per poi metterle a disposizione del pubblico. Il momento fuggevole e irripetibile dell’incontro con l’opera d’arte si trasforma in un’esibizione estemporanea che reinterpreta le opere esposte nella mostra “Lo sguardo del Collezionista” scomponendone, riassemblandone i colori e conducendo i partecipanti sulle orme dei collezionisti Duncan Phillips e Volker Feierabend. Un viaggio attraverso l’arte giocato sui temi chiave dell’emozione, dell’istinto e sul “colpo di fulmine” con l’opera d’arte che determina le scelte – e talora le eccentricità – dei collezionisti.; Video: Peppe Bellucci; voce: Yalda (voce); sound design: Triggerz. MART, Museo di arte moderna e contemporanea di Trento e Rovereto.

Art of Italian Design – Commento sonoro. La mostra che raccoglie gli episodi più significativi degli ultimi quarant’anni di design italiano. Il percorso è disseminato di piccoli altopartanti che diffondono una selezione filologica delle canzoni più famose di quegli anni. Yalda interpreta brani della musica leggera italiana, rivisitandone il linguaggio e astraendone le parole. Coordinata da Atelier Mendini con Sotirios Papadopoulos. Arrangiamenti e pianoforte: Giovanni Venosta; voce: Yalda; fisarmonica: Fausto Beccalossi. Megaron, the Athens Concert Hall, Atene, Grecia.

REDESIGN - Ambientazione sonora ispirata alle note della natura e del corpo umano per la manifestazione ReDesign a cura di Sotirios Papadopoulos. Sound design: MrQ, Frank Fellicchio. Salone del mobile di Milano, Eventi Fuorisalone, Soho Gallery, Milano.

READING DEI TESTI DI Alessandro MendiniLive performance musicale con Raiz e Triggerz, contributi video di Messmatik, Henry Bamber. Giardino della Triennale di Milano.

Il suono dei PulviscoliAmbientazione sonora per la mostra “Pulviscoli, 2468 disegni di Alessandro Mendini“. Gli editoriali del radicalismo mendiniano tradotti in musica. Sound design: Triggerz. Hanno partecipato: Raiz, Cristina Donà, Sissi Atanassova, Daniela Diakova, Caterina Lazagna e le voci di alcuni studenti dello IED. Produzione di un CD allegato al catalogo della mostra. Triennale di Milano.

Openair SOund - Ambientazione sonora per la mostra a cura “Openair Design”organizzata dlla rivista Interni edita da Mondadori. Sound design: Frank Fellicchio. Salone del Mobile, Eventi Fuori Salone, Triennale di Milano.

2004

Concerto per Normali Meraviglie - Concerto dal vivo, co-produzione con Paolo Giulini. La mostra “Normali Meraviglie” diviene il palcoscenico di uno spettacolo di forte impatto scenografico e musicale. Per la prima volta insieme le tre voci più rappresentative della scena musicale bulgara: Sissi Atanassova (chalga), Daniela Diakova (mezzosoprano) e Tony Tchakarov (tenore, voce bianca), accompagnati da Triggerz (percussioni, live electronics), Gianni Ricciardi (basso), Petyo Petrov (gaida, strumento bulgaro simile alla zampogna) e Boyko Petkov (chitarra). Musiche originali arrangiate da Triggerz e Boiko Petkov. Coreografie di Pulsar Dance Company con Teodora Radeva, ballerina di kiutchek, particolare stile balcanico di danza del ventre. In scena anche un’inedita sequenza di videoproiezioni omaggio all’opera del regista armano Sergei Paradjanov. Normali Meraviglie” mostra nell’ambito di “Genova 2004 Capitale della cultura europea”.

Magazzini del cotone, porto antico di Genova.

Decori Vaganti - Un dialogo e una performance sul processo creativo tra Alessando Mendini e Massimo Caiazzo. Oggetti e architetture trasfigurate giocano con lo spazio il suono e il colore. Immagini in movimento, scandite dal ritmo delle percussioni e della danza, propongono una coreografia dinamica al canto dei testi poetici di Alessandro Mendini. Raiz: voce, Triggerz: sound design, percussioni, live electronics, Pulsar Dance Company: danza contemporanea, Peppe Bellucci: video e regia. Festival della Mente, Fortezza di Sarzana.

2003

Concerto Fluido - Performance musicale incentrata sulla contaminazione tra sonorità sintetiche e musica tradizionale bulgara, una eccezionale esibizione dal vivo. Voce: Toni Tchakarov; percussioni, live electronics: Triggerz; synth: Giovanni Ricciardi; narratore e basso: Steve Piccolo; theremin: Gak Sato; corno: Alfredo Arcobelli; testi: Alessandro Mendini.

Salone del Mobile, Eventi Fuori Salone, Mostra “Earthly Paradise” organizzata dalla rivista Interni agli East End Studios di Milano.

CarpeT Diem - Video-installazione live set. Un tappeto sonoro è la trasfigurazione vocale di trama e ordito. Con Raiz e Paolo Polcari, video di Peppe Bellucci, realizzazione di Henry Bamber.Di Nepi and… Milano

La Banda Alessi – musica originale per l’installazione di cavatappi “Sandro M.” disegnati da Alessandro Mendini. La marcia di Radesky rivisitata in un concerto per bottiglie stappate è un omaggio a Richard Strauss. Sound design di Triggerz. Triennale di Milano.

Sandro M - Documentario di un progetto in itinere. Il cavatappi di Alessando Menddini “Sandro M” dall’ideazione alla realizzazione. Video di Peppe Bellucci e MisterQ. Alessi, Crusinallo, Novara.

2002

Interni in piazza - Ambientazione sonora per sette micro-architetture. In collaborazione con Olis Music. Salone del Mobile, Eventi Fuori Salone, Mostra “Interni in piazza” organizzata dalla rivista Interni, Milano.

Riflessi infiniti – Commento musicale dell’installazione di Jacopo Foggini. Interpretazione in chiave contemporanea dei grandi compositori vissuti tra Ottocento e Novecento, Isac Albéniz, Joaqin Rodrigo, Gabriel Fauré, Manuel De Falla, Camille Saint Saëns, Reynaldo Hahn, Marcel Tournier e tanti altri. Sound design di Frank Fellicchio con Triggerz. Salone del Mobile, Eventi Fuori Salone, Installazione “Riflessi infiniti”, Milano.

Fragilisme – Ambientazione sonora della “stanza del filosofo” nell’ambito dell’omonima mostra di Alessandro Mendini. Con una memorabile performance vocale di Raiz. Fondation Cartier, Parigi.

2001

Colonne sonore cromatiche - Musiche per la presentazione delle collezioni autunno-inverno e primavera-estate dello stilista Nino Cerruti. Sound design di Triggerz. “Pitti Uomo” Firenze.

Alessandro Mendini tra le Arti – Ambientazioni sonore per le mostre di Alessandro Mendini. Sound Design: Frank Fellicchio, Triggerz. Basilica Palladiana, Vicenza; Museu de Arts Decoratives, Palacio Real de Pedralbes, Barcellona, Spagna; Museum Fur Kunsthandwerk, Lipsia, Germania.

Mandarin – Produzione del CD per Enzo degli Angiuoni, una reinterpretazione di brani tardo romantici, eseguiti da Francesca Bascialli al pianoforte e Vanessa Petrò al violoncello. Milano.

2000

Orologio del quartiere – Sonorità per i rintocchi dell’orologio della Fondazione Maghetti a Lugano, Sound design di Frank Fellicchio con Sound Cage. Quartiere Maghetti, Lugano.

Turkestan – Ambientazione sonora per l’esposizione di tessuti antichi. Organizzata da Enzo Degli Angiuonie coordinamento Francesca Siemens. Sound design di Frank Fellicchio. Chiesa di S. Paolo Converso a Milano.

Essere ben Essere - Musica per sette colori e sette strumenti per la mostra dedicata al design sostenibile organizzata dalla rivista Interni e coordinata dall’Atelier Mendini. Sound design di Triggerz, con la collaborazione del chitarrista classico Aniello Desiderio, il sassofonista Daniele Sepe e Raiz che si è anche esibito dal vivo nella serata d’ inaugurazione. Triennale di Milano.

1999

Antonio Citterio a New York – Ambientazione sonora per l’installazione dell’architetto-designer nell’ambito della rassegna dedicata al design made in Italy. Sound design: Triggerz. New York.

Giostrina Alessi – Musiche per l’installazione con i cavatappi “Anna G” di Alessandro Mendini. Un omaggio al compositore Nino Rota. Sound design di Frank Fellicchio con Sound Cage. Hannover.

Color is Music – Festival ispirato all’eteropercettività del colore organizzato in collaborazione con Isad Milano (Istituto Superiore Architettura e Design) e presentato dal conduttore televisivo Gianni Ippoliti. La manifestazione è articolata in tre concerti “sinestetici” ambientati nello spazio allestito da Jacopo Foggini, durante i quali si sono esibiti Raiz e Paolo Polcari degli Alma Megretta, l’arpista Cecilia Chailly, il cornista Alfredo Arcobelli. Il progetto sviluppato con gli studenti del corso di design si completa con sei “mostre parassita” di Ultrapop, Sergio Cascavilla, Fulvia Mendini, Salvatore Vargas, Adriano Abbado, Rosita. Salone del Mobile, Eventi Fuori Salone, Atelier Mendini – Spazio Foggini, Milano.

*IDEATI E COORDINATI DA MASSIMO CAIAZZO

IACC – Collective Intelligence

alzaia naviglio pavese, 274 – 20142 Milano

www.iacc-italia.orgiacc.italia@massimocaiazzo.com

phone. +39 0222222896 – +39 3355927737

Per ulteriori informazioni:

Collective Intelligence – Ufficio Stampa

Lorenzo Di Palma

phone +39 347 827 00 42

lorenzo.dipalma@gmail.com

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>