“Coleur et Brand Design”: Massimo Caiazzo e l’IACC all’Université Paris Ouest Nanterre

Parigi: lunedì 19 marzo, alle ore 15.40

Intervento del vice-president dell’International Association of Color Consultant/Designer al colloque sul Brand Design dell’ateneo de La Défense

Logo_BD_19marzo2012

Milano, 14 marzo 2011 Nell’ambito delle attività di diffusione e promozione delle tematiche legate alla cultura architettonica del colore, Massimo Caiazzo – docente alla Naba e alla Domus Academy di Milano e all’Accademia delle Belle Arti di Verona, nonché executive vice-president per l’Italia dell’IACC (International Colour Consultant Association), la più antica delle associazione formate da professionisti del colore – parteciperà alla quinta edizione del convegno sul “Brand Design” a l’Université Paris Ouest Nanterre La Défense (Amphithéâtre C2, Bâtiment C).

L’incontro, previsto per lunedì 19 marzo (dalle 13.45 alle 18.30), sarà animato dalla partecipazione di specialisti francesi e non provenienti del mondo dell’industria e del design ed è stato organizzato da Kamel Ben Youssef, professore ordinario d’economia a l’IUT di Ville d’Avray (Université Paris Ouest Nanterre La Défense), membro dell’AISM (Associazione Italiana Marketing, www.aism.org ) e membro del CEROS (kamel.benyoussef@u-paris10.fr)

L’intervento – “Coleur et Brand Design” – incentrato sul colore e le esperienze dell’IACC del professor Caiazzo è previsto per le ore 15.40.

«Nel brand design (la comunicazione grafica di prodotti o servizi e le sue molteplici applicazioni, dall’immagine coordinata fino al packaging) il colore assume un ruolo determinante: è l’elemento chiave, forse l’unico capace di saldare tutte le componenti filosofiche psicologiche e sociologiche di un prodotto. L’influenza esercitata dalla componente cromatica nelle scelte dei consumatori è così profonda che talvolta viene usata come mero strumento coercitivo per veicolare informazioni fuorvianti e subliminali eludendo la nostra consapevolezza e innescando reazioni a catena che ci pongono in una condizione molto simile a quella delle api attratte dai colori sgargianti dei fiori», ha dichiarato Massimo Caiazzo.

Sono disponibili a richiesta immagini, marchi e un abstract  dell’intervento che il professore terrà a Parigi.

Massimo Caiazzo

Designer, Color Consultant, nato a Napoli nel 1966, vive e lavora a Milano. Vicepresidente per l’Italia del Comitato Internazionale dello IACC International Association of Color Consultants (www.iaccna.org), l’associazione che riunisce i progettisti del colore più antica del mondo. Dal 1990 al 2006 ha collaborato con l’Atelier Mendini di Milano. Dal 2003 è docente di Cromatologia presso l’Accademia di Verona e di corsi di approfondimento sul colore nella progettazione a Milano presso la Nuova Accademia di Belle Arti (NABA), la Domus Academy e il dipartimento di nuove tecnologie dell’Accademia di Brera. Lo studio della “nuova percezione del suono e del colore” è il filo conduttore del suo lavoro, improntato alla contaminazione tra diverse discipline. Il suo eclettismo professionale e artistico, ha trovato spazio anche in campo industriale dove è consulente di importanti aziende. Nella sua attività di Color Consultant, ha sviluppato studi cromatici in diversi settori: nautico, automobilistico (Fiat 500, Lancia Y), nel trasporto pubblico (autobus a gas naturale, Verona), nell’arredo urbano (arredo per la città di Napoli), nell’architettura d’interni (casa-studio di Gianna Nannini, Milano; Banca Albertini Syz, Milano), nel design (Philips, Alessi, Swatch, Bisazza), nella moda (Etro, Guardiani), nell’exhibit design (Essere-Benessere Triennale di Milano; Normali Meraviglie, Genova), nell’ideazione di eventi e performance (Colour is Music, Milano; Synestesia, Milano) e in ambito artistico (è autore con Alessandro Mendini di ”Biancaneve”, scultura ispirata ai sette colori dell’arcobaleno, collezione “Future Film Festival”). Nel 2009 ha ideato e coordinato con Anna Barbara il workshop a premi “Coloriamo il Mondo”, un concorso riservato agli studenti del Politecnico, della Nuova Accademia di Belle Arti e della Domus Accademy di Milano e dell’Accademia di Verona. “Coloriamo il Mondo” nasce con l’obiettivo di promuovere la cultura progettuale del colore per valorizzare e recuperare il territorio urbano. Nel 2008, per la prima volta in Europa, ha ideato e progettato l’intervento di riqualificazione cromatica di un istituto di pena, con il progetto no-profit “Colore al carcere di Bollate”. Nel 2006 partecipa alla X Biennale di Architettura di Venezia (eventi collaterali della selezione ufficiale) con il suo progetto “Nuovo Paesaggio Cromatico”: un’installazione esperienzale e una scenografia dinamica, sulle relazioni tra colore, percezione artistica e pratica del quotidiano, che ha coinvolto anche musicisti e neuroscienziati. Nel 2005 per il “Festival della Mente” di Sarzana presenta il workshop “La nuova percezione del colore” che registra il tutto esaurito. Suoi lavori sono esposti nelle collezioni del “Museum fur Kunst und Gewerbe”di Amburgo, del “Musèe Les Arts Dècoratifs” del Louvre di Parigi e del”Museum 4th Block of ecological art” di Kiev.

IACC - International Association of Color Consultant/Designers

È nata nel 1957, quando circa 50 professionisti, tra architetti, designer, insegnanti, psicologi e ricercatori scientifici appartenenti a 12 nazioni diedero vita a Hilversum, nei Paesi Bassi, all’Associazione Internazionale dei Consulenti del Colore (IACC). Alla base vi era la constatazione della pressoché totale assenza della figura professionale del consulente del colore e soprattutto la necessità di sviluppare un’adeguata formazione in questo ambito specifico. Il primo presidente di IACC fu il dott. Heinrich Frieling, psicologo, biologo, filosofo e autorità indiscussa nel campo del colore, già fondatore dell’Institute of Color Psychology in Germania. Nel 1957, il dottor Frieling in collaborazione con autorevoli esperti di architettura, design, psicologia, arte e di molte altre discipline attinenti la progettazione, stilò un programma formativo finalizzato al conseguimento del Diploma IACC. Il programma didattico non intende solo fornire le basi per un utilizzo consapevole del colore, ma insiste sulla necessità di formare professionisti in grado di applicare tutte le conoscenze interdisciplinari indispensabili per rendere l’ambiente costruito più equilibrato e funzionale. IACC prepara e accredita progettisti e consulenti del colore che operano principalmente nell’ambito dell’architettura del design e in tutti i settori in cui la cultura progettuale del colore riveste un ruolo fondamentale. IACC è l’unica associazione autorizzata a rilasciare il diploma internazionale “IACC qualified Color Consultant/ Designer”e rappresenta ufficialmente le categorie professionali del Colour Consultant e del Colour Designer che, soddisfacendo i severi standard di qualificazione, hanno ottenuto la certificazione di “IACC Associate Members”.

Per ulteriori informazioni:

Ufficio Stampa

Lorenzo Di Palma

phone +39 347 827 00 42

lorenzo.dipalma@gmail.com

prof. Massimo Caiazzo, vice-president

IACC International Association of Colour Consultants

Alzaia Naviglio Pavese, 274 – 20142 Milano

www.iacc-italia.org – iacc.italia@massimocaiazzo.com

phone. +39  0222222896 – +39  3355927737