Patrimonio cromatico #2

BiederMayer

The Arts and Crafts: i colori della borghesia

Il movimento delle arti e dei mestieri “Arts and Crafts” rappresenta, verso la fine del XIX secolo,  quel fermento artistico e sociale che volle rinnovare le arti applicate.

I suoi sostenitori si ispirarono alle idee di William Morris e John Ruskin, i quali sostenevano che dal lavoro medievale, caratterizzato da semplicità e artigianalità, sarebbero nati un nuovo stile e un nuovo processo creativo, contrapposti all’alienante freddezza della produzione industriale.

 

Nel design l’approccio “delle arti e dei mestieri” si manifesta attraverso la realizzazione di mobili, tappeti, arazzi e  carte da parati caratterizzati da sobrietà ed eleganza delle decorazioni, basate su forme naturali stilizzate. L’artigianato viene visto come espressione del lavoro dell’uomo e dei suoi bisogni, ma soprattutto come valore durevole nel tempo, che tende a disprezzare i pessimi prodotti e la bassa qualità dei materiali.

Art Nouveau: i colori della natura

L’Art Nouveau è stato uno stile internazionale di arti applicate molto popolare e diffuso tra il 1890 e il 1910.

E’ noto anche come Jugendstil, in Germania, come Modern, in Russia, Secessione, in Austria-Ungheria, e Stile Liberty, in Italia. Rappresenta una reazione all’arte accademica del XIX secolo. Trae ispirazione dalle forme naturali, organiche, con linee curve, ornamenti a predilezione vegetale o floreale, proseguendo nel solco tracciato dalle “arti e i mestieri” nei Paesi anglosassoni. Il nome fu coniato da Henry van de Velde, e identificava uno stile ad ampio raggio, che abbracciava i più disparati campi: dall’architettura alla decorazione d’interni, dalla gioielleria al tessile all’oggettistica. A differenza dell’Arts and Crafts, l’Art Nouveau non rinnegò l’uso dei macchinari, che vennero usati e integrati nella creazione dell’opera. I materiali più utilizzati furono vetro e ferro battuto, portando ad una vera e propria forma di scultura e architettura.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>