Dietro ai colori… Bianca

Se me l’avessero detto non ci avrei creduto. Ma è successo. Appena nata avevo gli occhi chiusi, eh sì, come tutti i neonati. Pare, però, che sin dai primi giorni di vita sfoggiassi due iridi azzurre come lapislazzuli. “Che occhi di cielo!” dicevano. Un cielo cangiante come l’umore, a volte intenso, altre brillante.Certi giorni, sotto le nubi, cupi come il mare in tempesta.

A due anni e mezzo erano ancora cerulei, decisamente ciano, forse cobalto… come dirlo: azzurri!
A tre anni e un giorno, però, diventarono verdi. “Ma non aveva gli occhi azzurri questa bambina?” chiedeva la gente.
“Sì, ma ora non più…” rispondeva la mamma. Occhi smeraldo!

Alle elementari avevo ancora gli occhi verdi… alle medie… no. “Strano, oggi sembrano diversi…” disse un giorno una mia compagna di classe. Un’iride rimaneva immutata, l’altra si stava macchiando di giallo. In verità, solo qualche pagliuzza di fieno, ma cambiavano decisamente l’effetto. Un occhio verde come un prato d’autunno e uno verde. Punto.

Alle superiori la luce proveniente da destra mi dava fastidio… qualcosa non andava, spostavo il cavalletto, nell’angolo più buio, della grande aula di modellato. Più la luce mi dava fastidio, più l’occhio verde diventava azzurro. Indaco, ma guardato attraverso il ghiaccio. Prato d’autunno e indaco d’inverno. Ho questo arcobaleno tra la fronte e il naso.

La gente mi fissa dritta negli occhi già dalla più tenera età. Non sono particolarmente timida, i complimenti li metto in tasca volentieri, ma, ogni tanto… abbasso lo sguardo. Lì dietro, subito dopo il cristallino, tra un velo di tuareg e un luccichio dorato ci sono io. Se passando per strada mi doveste incontrare, dite solo: posso guardare?
Vi guarderò volentieri fino in fondo al cuore ma, vi prego, non entratemi nell’anima, senza neppure bussare.
- Biancadenni –

da GraziaBlog 7 maggio 2009

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>